giovedì 12 marzo 2009

Healing in Ulduar (patch 3.1)

Qualche mese fa i blues annunciarono la loro intenzione di rivoluzionare l'healing, proprio come era stato fatto per il tanking in apertura di WotLK. Molto genericamente indicarono che gli healer avrebbero dovuto guardare un po' di più il combattimento e stare meno tempo a fissare le barre e castare ad ogni GCD.

Vedendo le numerose modifiche alle classi dei curatori, stiamo cominciando a intravedere come hanno intenzione di ridefinire l'healing. Con questo post intendo riportare un po' di annunci fatti dai blues accompagnate da mie personali speculazioni.

La prima cosa da dire è che, per vivacizzare e (speriamo) migliorare il gameplay degli healer, devono creare un disperato bisogno di mana. Infatti come avevamo parlato in questo post sul mana, lo scopo degli sviluppatori e riportare negli healer il bisogno concreto di amministrare il mana, sostanzialmente nerfandone pesantene la rigenerazione. La ragione è semplice: vogliono che i curatori stiano più tempo ad osservare il combattimento e meno a castare, quindi il combattimento deve essere fatto in modo da poter castare solo poche cure in momenti molto particolari.

La carenza di mana ha proprio lo scopo di eliminare dal tuning dei combattimenti la possibilità che il raid adotti l'approccio di cure spammate, ma sia obbligato a scegliere la via della coordinazione e dei cast in momenti topici. Probabilmente vedremo molti combattimenti dove verrà ripresa ad esempio la necessità di usare un particolare cooldown salvavita nell'imminenza di una abilità del boss che ucciderebbe il tank (Sartharion+3 per capirsi).

Questa interpretazione delle volontà della Blizzard si ritrova anche nei recenti annunci di cambiamenti agli spell di cura.

Lifebloom: Mana cost of all ranks doubled. When Lifebloom blooms or is dispelled, it now refunds half the base mana cost of the spell per application of Lifebloom, and the heal effect is multiplied by the number of applications.
Per i druidi vediamo che Lifebloom diventa estremamente oneroso se utilizzato nel modo attuale, mentre viene fortemente incentivato il farlo scadere.

We are making a change to these spells so that their benefits are exclusive in patch 3.1.0. The buffs will be equivalent, but will no longer stack. Mana Spring will affect the entire raid instead of just the shaman’s party. We felt that both paladins and shamans brought too many unique buffs to a group. Additionally, we have been trying to tone down mana regeneration in large groups, and were concerned raids would feel the need to stack paladins or especially shaman to have enough Mana Spring totems.
Blessing of Wisdom e i Mana Spring totem non potranno più stackare, lo scopo è ridurre il mana regen generale per gli stessi motivi di prima.

Sacred Shield can only be cast on one player at a time.
Glyph of Holy Light cannot crit
Il nerf al Sacred Shield ha chiaramente lo scopo di evitare uno spam continuo di uno spell di mitigazione che, con la riduzione delle cure generali, forse cominciava a funzionare troppo bene. Il nerf al glifo di Holy Light è solamente per ridurre le capacità di cura AoE del paladino, che comunque erano molto poco controllabili.


Tirando le somme, vedo in modo positivo il nuovo concetto di healing che vogliono proporre, ma sono molto scettico sui mezzi adottati per promuoverlo. In generale comincio a vedere molti lati negativi nel non fare stackare più buff o abilità, perchè c'è un sostanziale impoverimento delle opzioni di gioco. Qualsiasi sia la composizione del raid, avremo sempre i soliti buff, e non ci sarà quasi più spazio per usare altre abilità specifiche delle classi. Comprendo che per progettare un combattimento e fare un tuning adeguato faccia comodo ridurre le variabili in gioco, ma estremizzando troppo questo concetto diventa inutile creare tante particolarità e varietà tra le classi, se poi le cose veramente usabili sono due o tre.

E soprattutto, non stanno affrontando una grave mancanza che affligge tutte le classi dei curatori, la mancanza di una adeguata User Interface. Se ci pensate bene, tank e dps possono teoricamente fare uso dell'interfaccia standard Blizzard, senza penalizzare apprezzabilmente la propria performance. Invece per i curatori dei raid 25-man è probabilmente impossibile fare a meno di addon esterni. L'interfaccia standard Blizzard contiene si delle unitframe, ma non è in alcun modo personalizzabile (anche solo per ingrandire un po' le barre della vita) ed è strutturalmente impossibilitata a visualizzare buff e debuff. Magari dovrebbero lavorare anche un po' su questo, cogliendo l'occasione per introdurre qualche nuovo strumento, che ad esempio permetta di non stare tutto il tempo a fissare delle barre che vanno su e giù.

7 commenti:

Enrico ha detto...

Temo che ci sarà un numerosissimo calo di healer seguito da patch correttiva per riportare tutto com'era. WOW non è prnto a questo :)

Sey ha detto...

In effetti la cosa non mi ispira per niente... speriamo bene.

L'Atleta ha detto...

se questo dovesse affliggere anche le altre classi non diventerà wow.
con l'hunter e il normale ciclo dps il mana finisce mooooolto rapidamente se non adeguatamente buffato e totem-ato...
si rischia veramente di avere una migrazione su classi più "semplici" con cui cominciare...

Nedylin ha detto...

Concordo in pieno con te Khassad per quanto riguarda le UnitFrames.
Un healer che in raid usa le UnitFrames targate blizzard vale metá di un healer che usa Grid/Click2Cast/Decursive.

Per quanto riguarda il mana regen posso dire che hanno ragione a rendere il mana piú prezioso.
Da prete holy ammetto che il mana non lo guardo neanche piú: é praticamente infinito. E questo di certo non fa bene al gameplay.

Sarei interessato a capire come possa essere modulato il danno subito dal raid(e quindi da curare) con questo "Nerf" alla quantitá di healing che puo'essere effettuato.

Nedylin @Nagrand

Murnau ha detto...

buongiorno...

domanda rapida ;-)

in questi giorni sto studiando alcune "alternative" per il mio pala holy... anche in previsione dei prossimi cambiamenti...

il mio interesse, adesso, si sta soffermando sui metasocket...

ecco il dubbio che mi assale ^^

adesso utilizzo lo "Insightful earthsiege diamond"... che ne pensi del "Ember Skyflare diamond"?

visti anche i requisiti di colore di gemme... (rosse piuttosto che blu), a prima vista potrebbe essere preferibile il secondo... che ne pensi?

saluti

Khassad ha detto...

Riguardo i due metasocket che hai citato, c'è da dire che 2% intellect arriva massimo a darti +25 intellect se già socketti, enchanti ed itemizzi per massimizzare intellect. Si tratta quindi di un bonus paragonabile a quello base dell'insightful. La stat aggiuntiva da confrontare è il +25 spellpower con il restore mana, e probabilmente merita il restore mana.

Variabile aggiuntiva di questa valutazione è l'imminente arrivo di Ulduar, che porta due novità: (1) maggiore necessità di amministrare il mana, per cui restore mana varrà di più, (2) set T8 con tanti socket BLU, per cui nasce l'obbligo di sockettare viola per attivare l'ember e i bonus socket.

Comunque prima di giungere ad un verdetto definitivo ci sarebbe da analizzare meglio l'itemizzazione che ci daranno con la 3.1.

Murnau ha detto...

grazie!!

in effetti il tuo ragionamento non fa una piega... anche in previsione dei prossimi cambiamenti in arrivo per quanto riguarda la gestione "mana"...

alla fine, facendo un rapido calcolo, l'ammontare di mana "restituito" dal primo metasocket è così elevato da farlo preferire al 100%...

per quanto riguarda i tuoi conteggi, in effetti, avendo abbianto quel metasocket a socket full intellect (essendo BS 2 in + del normale), avendo "craftato" con il mio alt i due trinket darkmoon festival (versione + 90 intelletto e + 300 intelletto/proc e versione 100 spell power + scudo rigenera 1.200 mana)... ho raggiungento un buon livello di mana totale... attestandomi, appunto, a quel max + 25 intelletto di cui parlavi ;-) come bonus del metasocket...

a dirla in breve... il problema che mi affligge (e che affligge i miei compagni di gilda) è che siamo in pochi... il che non ci permette di partecipare in modo "regolare" a raid 25 man... la qual cosa porta a non raggiungere con facilità gear 25 man... diciamo che la media si aggira intorno al 2+2 + alcuni pezzi off set...

tutto quanto sopra, con l'aggiunta dei prossimi cambiamenti in merito alla rigenerazione mana... ci portano a fare, di continuo, calcoli su calcoli anche per raggiungere uno zickettino in più che ci possa permettere, teoricamente, di "reggere il colpo"... ecco il perchè delle riflessioni sui metasocket di cui sopra... ^^

grazie per la pronta risposta ^^

buona giornata