domenica 31 maggio 2009

La caduta di una stella

Non è molto conosciuto nel panorama italiano, ma in quello di lingua anglosassone era (forse lo sarà ancora) una stella. E' un blog su WoW, tratta quasi esclusivamente di paladini, tutti lo conoscono, è Paladin Schmaladin, l'autrice si chiama Ferraro e dalle numerose foto si vede chiaramente che è una bella e giovane ragazza bionda.

Il blog lo conosco da un po', è decisamente ben fatto, ci sono numerose informazioni e l'autrice si è sempre dichiarata un tester semi-ufficiale Blizzard, cosa di cui non avevamo modo di dubitare data la precisione e la correttezza dei dati riportati. Tuttavia non ho mai avuto modo (o voglia) di farvi riferimento nei miei post, dove cito molto più volentieri blog estremamente competenti, ma di autori stranieri semisconosciuti che talvolta mi ringraziano pure per i link.

In questi giorni stavo pensando di scrivere una analisi della Val'anyr e mi stavo documentando proprio su quel blog nei ritagli di tempo. Ho trovato il blog bloccato per poco più di 24 ore, poi è riapparso e c'era la spiegazione del disastro.

Cosa ha fatto Paladin Schmaladin?



La stella è caduta, l'attraente ragazza che appariva nelle numerosissime foto del blog non solo non è l'autrice di quel blog, ma fino a poche ore fa non era nemmeno al corrente dell'uso che veniva fatto delle foto tratte dal suo vero blog. Per 5 anni i lettori di Paladin Schmaladin pensavano che quella ragazza bionda giocasse il paladino e scrivesse gli articoli, in realtà in tutto questo tempo 7 persone si sono avvicendate nell'impersonare Ferraro, nel più completo segreto e riserbo.

Il meccanismo era semplice, l'autrice originaria del blog non volendo apparire di persona cominciò ad usare l'identità fotografica di una persona scelta a caso da internet. Poi ad un certo punto decise di smettere di usare il blog, ma invece che chiuderlo lo passò ad un successore, che avrebbe dovuto continuare a scriverci continuando ad impersonare Ferraro. L'attuale Ferraro è la settima, è stata scoperta la truffa, e sul blog adesso campeggia il post con la spiegazione ufficiale di tutta la vicenda.

Com'è stata scoperta?

Date le dimensioni odierne del WWW, impossessarsi dell'identità fotografica di una persona è relativamente sicuro, perchè con qualche accorgimento è impossibile essere scoperti. Ci sono però due elementi a sfavore in questo caso: primo, Paladin Schmaladin è conosciuto da quasi tutto il mondo di WoW e sono potenzialmente milioni di persone; secondo, a quanto si legge il blog faceva un uso ossessivo delle foto personali, come se volesse dimostrare di essere vera.

Ironia della sorte, proprio una di queste foto molto personali ha fatto scattare un interruttore nella testa di un astuto Warlock di nome Jagoex (ironia della sorte autore anch'esso un blog che conosco, Warlock Therapy). Pare assurdo ma solo dopo 5 anni un lettore è riuscito a collegare i due blog, ha postato i dubbi nel forum ufficiale di WoW e la bomba è scoppiata.

Che altro dire

Beh, secondo me hanno tirato un sospiro di sollievo, gestire un blog di contenuti e al tempo stesso cercare di mantenere viva l'ingombrante identità fasulla che era stata creata, doveva essere un inferno. D'altra parte non faccio fatica a comprendere la decisione iniziale, per cui un'identità fotografica così appariscente ha fatto molto comodo per l'affermarsi del blog stesso (non dovrebbe essere difficile comprende il posto che occupa nell'immaginario dell'adoloscente medio, la bella bionda che fa raid end-game).

Unica cosa che mi lascia perplesso è che non so come andrà a finire per quanto riguarda la violazione dell'identità fotografica di una persona inconsapevole.

Per quanto mi riguarda penso di usare veramente la parte sulla Val'anyr scritta da Ferraro VII, ci sono dati molto utili e interessanti. E magari servirà come incoraggiamento per farle tenere in vita il blog.


EDIT : l'odissea continua...

La blogosfera di WoW discute approfonditamente la questione, principalmente per i danni collaterali causati dalla vicenda, ovvero la perdita di credibilità a cui potenzialmente vanno incontro tutti i blog su WoW.

Ma soprattutto su WoW.com hanno seri dubbi sull'onestà della confessione...

Ne stanno parlando:
Warlock Therapy
WoW.com (aka wowinsider.com)
World of Matticus
Nerf This Druid
The Suicidal Zebra

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Sinceramente della vicenda in sé non mi interessa. Io l'ho sempre trovato un sito interessante e utile, se poi il proprietario è un nerdone, invece di una bella figa, poco importa.

Vorrei farti una domanda off-topic. Cosa ne pensi di un'accoppiata pala-pala in arena?

Khassad ha detto...

Si, è una vicenda particolare, perchè sfiora appena i lettori, ma colpisce particolarmente i blogger. Non viene mai contestata la validità dei contenuti tecnici, ci sono solamente due punti che vengono contestati: aver ingannato i lettori e aver rubato l'identità fotografica altrui.

I blogger che ho linkato contestano con particolare forza il primo punto, perchè in qualche modo instilla il dubbio che tutti i blogger ingannino i lettori.

Io passo facilmente sopra al primo, mentre per il secondo penso ci sia una qualche rilevanza penale. Tutto qua.

Khassad ha detto...

Ah, già... l'accoppiata pala-pala. Me ne intendo poco di PvP e arene, penso non dovrebbe essere malvagia, visto che sia pala holy che retri sono attualmente ben posizionati nelle ladder.