lunedì 21 gennaio 2008

Warsong Gulch, il re dei battleground

Quando ho iniziato a fare PvP in battleground preferivo naturalmente quelli numerosi, Alterac Valley in primis, mentre cercavo di non fare mai quelli poco numerosi, soprattutto WG. Adesso ho sentimenti completamente opposti, Warsong è di gran lunga il migliore di tutti i battleground e spiegherò anche perchè.

Per comprendere bene l'evoluzione delle preferenze di BG bisogna considerare l'evoluzione del gioco dei neo-giocatori nel periodo di leveling. Si parte facendo quest in zone riservate alla propria fazione, poi si fanno timide apparizioni in zone contestate, dove tuttavia è relativamente raro trovare avversari attaccabrighe. Proseguendo verso il 60 c'è sempre più possibilità di incontri PvP durante le quest, ma spesso si finisce per evitare quelle che sono perdite di tempo. Da 60 a 70 nelle Outland gli incontri si fanno decisamente frequenti, anche per le numerose mappe con obiettivi PvP, tuttavia anche in questo caso gli scontri avvengono solamente se c'è un sovrannumero da una parte o se una delle due classi ha largo vantaggio sull'altra in PvP (tipico il rogue invisibile che attacca un cloth che sta uccidendo altri mob). Quindi a parte eventuali patiti dei battelground che si cimentano in PvP durante il leveling, è molto più probabile che un neo giocatore arrivi al 70 con pochissime kill al proprio attivo (almeno così è stato per me).

Arrivati al 70 si comincia a vare del vero PvP in battleground, vuoi per le daily quest, vuoi per la sciagurata scelta di mettere pezzi epici arena S1 acquistabili con honor. Mesi di gioco quasi esclusivamente in PvE non preparano minimamente all'esperienza del PvP, e sono almeno tre i fattori che non semplificano questo inizio:

  • Spec : Le spec ottimizzate per PvE solitamente rendono molto poco in PvP, cosa che il neofita non è in grado di comprendere senza una qualche guida. Ma soprattutto ostinarsi ad usare la spec PvE può risultare frustrante se ci si pone obiettivi ambiziosi.
  • Gear : Ora più che mai con i pezzi epici per tutti, il giocatore medio di battleground ha una gear completa livello arena S1, il che gli conferisce una superiorità schiacciante col neofita con verdini e blu da PvE.
  • Skill : Questa è la cosa che non si compra e snon si sceglie, è l'abilità personale nel PvP, che si costruisce con tanta pratica e tanto impegno. Il problema del neofita è che partendo senza pretese, con spec e gear non adatte, finisce per pensare di non avere skill e di non poterne mai avere... ma non è così ovviamente.
Il percorso ideale per chi comincia a fare PvP nei battleground è cominciare con Alerac Valley, che è veramente molto simile ad un evento PvE. Io consiglierei una settimana di Alterac al seguito del grosso dell'assalto zerg agli obiettivi primari, per prendere confidenza con la mappa e la meccanica del gioco, partecipando a scontri PvP numerosi nei quali lo shock è abbastanza limitato. Quando il giocatore ha preso confidenza con la mappa e magari guadagnato qualche utile pezzo di gear, dovrebbe spostarsi sugli obiettivi secondari, tipo attacco e difesa delle torri e dei cimiteri, dove il PvP è molto più crudo e si svolge tra pochissimi giocatori, anche in forte inferiorità numerica.

Il nodo cruciale del PvP non è tanto che si deve vincere sempre gli scontri e non morire, anche perchè classi diverse hanno punti di forza e debolezze diverse. Il nodo cruciale è imparare ad usare le abilità e le caratteristiche della propria classe al meglio, qualsiasi sia la gear e la spec. Spesso negli scontri vincere dipende quasi esclusivamente dalla rapidità di esecuzione, reagire mezzo secondo prima e nel modo giusto può portare ad una rapidissima vittoria.

Cosa c'entra Warsong Gulch in tutto questo?

C'entra perchè WG è uno scontro tra pochissimi giocatori (10 per parte), il che porta inevitabilmente a frequenti scontri tra uno-due giocatori per parte. La mappa è quadrata e molto compatta, senza possibilità di disperdersi. L'obiettivo è la conquista della bandiera avversa e la difesa della propria, in puro stile PvP. Il neofita dei battleground trova questo bg un vero incubo e di fatto è di gran peso per il proprio team, su cui dovrebbe contribuire per un 10%.

WG è il PvP che più si avvicina alle arene, perchè se negli altri batteground l'uccisione di un singolo avversario porta ben poco contributo alla vittoria finale, qua può risultare immediatamente in una bandiera conquistata (o difesa) sulle 3 totali... ben il 33% di una vittoria.

E' quindi evidente la necessità di affrontare WG quando si è ormai abili nel PvP, con gear e spec almeno decenti. E anche con tutto questo, molta parte nella vittoria finale la fa la strategia che il gruppo adotta (più o meno concordata):
  • Nella maggior parte dei case si osservano 6 giocatori che fanno mischia nel centro, 2 in attacco per catturare la bandiera e 2 in difesa della propria. Mediamente è una strategia decente, ma se il gruppo avversario riesce a organizzarsi in qualcosa di più ardito, è una strategia perdente.
  • Una alternativa è che 8 giocatori facciano mischia prendendo il controllo del centro e 2 vadano a conquistare la bandiera. L'assenza di difesa è irrilevante, perchè nel momento in cui si controlla il centro della mappa, è facile riconquistare la propria bandiera.
  • Altra alternativa è avere 4 giocatori in difesa, con lo scopo di non far prendere mai la propria bandiera e 6 in attacco, lasciando il centro scoperto. Questa strategia permette vittorie rapidissime in caso di superiorità del team, perchè di fatto sono 3 corse avanti e indietro.
  • Infine c'è la strategia che sono riuscito a fare solo una volta, 10 giocatori che prendono la bandiera avversaria e in massa vanno a caccia delle propria bandiera. Se il gruppo è rapido ed efficiente è un'esperienza stupenda per chi vi partecipa e terrificante per chi la subisce.

4 commenti:

Abizboah ha detto...

La migliore tattica a mio avviso resta sempre questa...: 8-9 in difesa alla bandiera (diciamo che così è impossibile perderla), e un druido (e una distrazione se serve) a prendere la bandiera. Ti assicuro che da druido prendere la bandiera e correre via è semplicissimo, soprattutto quando si costringe molti avversari ad attaccare in massa. Unica pecca è che la gente fa come gli pare e non difende manco a pagarla D:

Weirdtales ha detto...

E' vero, Warsong Gulch è forse il più difficile dei bg, nel senso che occorre una tattica precisa e coordinamento nel gruppo. Anche secondo me è importante un gruppo di difesa, anche piccolo, perché spesso ti attaccano anche solo in 2-3 e in questo modo la bandiera è salva. Ovviamente se la gente non fa come gli pare :-D

Ghierk ha detto...

WG mette alla prova chi sa giocare in gruppo e chi no. AB ha pure la sua parte di organizzazzione ma al di fuori di "qualcuno difenda la farm per favore!" non c'e' molto altro :-D
Personalmente il pvp ora lo faccio sempre con gli alt. ad ogni livello *9 (19/29/39..) mi faccio sempre quella giornata o due sui BG. In questo modo ho visto che potevo permettermi tutte le rewards che mi servivano, mooolto utili anche in pve (Defilers Talisman FTW!)

Blogger ha detto...

New Diet Taps into Pioneering Idea to Help Dieters Lose 20 Pounds in Only 21 Days!