giovedì 6 agosto 2009

Prime impressioni sulla patch 3.2 Call of the Crusade

Il precedente post annunciava l'uscita un po' inattesa della patch 3.2 ed ha giustamente scatenato un po' di commenti. Mi pare giusto esprimere anche le mie impressioni.

Rivalutazione delle reward

Più o meno a metà giugno avevo manifestato un po' di perplessità nel mio post sul futuro di WoW e nel post successivo. Principalmente perchè la Blizzard ha scelto di effettuare un soft gear reset ad ogni major patch, per intendersi in ogni nuova patch deve essere molto facile equipparsi con il penultimo tier. Lo scopo è proprio quello di mettere in grado anche i nuovi giocatori di affrontare l'ultimo tier di content. Possiamo dire che è una motivazione economica della Blizzard, che cerca di attirare nuovi giocatori in ogni fase delle sue espansioni e non tagliare fuori dai progress chi per qualche motivo ha perso il treno di un tier di content. Però è anche vero che favorisce moltissimo la base dei giocatori, non intacca l'esclusività delle gilde top, ma svaluta un po' gli sforzi delle gilde medie, per le quali lo sforzo di progress viene svalutato.

Pensandoci bene tutto sommato non è un male, WoW si sta trasformando in un gioco meno crudele per il giocatore medio e magari è l'occasione per prenderlo in modo diverso. Meno necessità di farmare ed equipparsi, più concentrazione sulla fruizione del contenuto e soprattutto grandissime opportunità per usare gli ALT.


Trial of Champion

La nuova instance (Trial of Champion) non offre un granchè di ambientazione, dato che i combattimenti si svolgono tutti nel Coliseum, una arena circolare. Il primo boss si svolge a cavallo con la meccanica del torneo medievale dell'Argent Tournament. Poi c'è la rievocazione di boss passati ed infine il redivivo BlackKnight. Alla fine niente di eccezionale se non l'elevatissimo livello delle reward, persino nella modalità normale.


Trial of Crusade

Anche il nuovo raid (Trial of Crusade) soffre della stessa carenza di ambientazione, dato che si svolge nel Coliseum. Per quanto riguarda i boss attualmente è attivo solo il primo, che consiste in tre ondate di Northrend Beasts. Difficoltà paragonabile a Ulduar.

Si ricorda che i boss del Trial of Crusade sono 5 e saranno sbloccati uno per settimana. Il completamento di tutti e 5 i boss permetterà di accedere alla versione eroica (che sarebbe il nuovo nome della modalità hardmode).

  • Northrend Beasts
  • Lord Jaraxxus
  • Faction Champions
  • Twin Val'kyr
  • Anub'arak

PvP

Riguardo al PvP c'è il nuovo Battleground, di cui però ancora non posso parlare visto che non ho avuto tempo e modo di provarlo. Mi sono però tolto un dubbio che avevo manifestato nel post dubbioso riguardo l'uscita della 3.2, dove mi chiedevo come avrebbero gestito le Season.

Ebbene, l'apertura a scaglioni della raid instance permette di non avere impatti sulla S6, che rimane quindi ancora attiva. E anche in VoA, il nuovo boss Koralon ancora non è stato attivato.


Jewelcrafting

Questa è una patch particolarmente importante per Jewelcrafting, perchè sono uscite le gemme epiche e chiunque abbia da parte un bel po' di JC token, può cominciare a farle da subito. Ci sono anche vari modi per ottenere le gemme grezze (honor, token, prospect, transmute), sono decisamene passati i tempi di TBC in cui solo chi aveva accesso all'ultimo tier di contenuto poteva prendere recipe e gemme grezze epiche.


Ora lascio spazio ai vostri commenti...

11 commenti:

River ha detto...

Personalmente questa patch mi piace poco.
Faccio parte di una gilda 'media' (per usare la tua definizione) e, dopo molti sforzi e non pochi problemi siamo riusciti ad arrivare a fare dei try da Yogg-Saron. La soddisfazione lì per lì è stata tanta, ma ora mi sembra che tutto sia stato inutile, dato che anche l'ultimo arrivato sarà in grado di farsi la stessa equipe che ci siamo fatti noi in mesi di lavoro.
E le nuove istanze sono bruttine. Ulduar era ad un altro livello.

E.

Khassad ha detto...

@River: Comprendo benissimo quello che dici, del resto lo avevo annunciato settimane fa ben prima della patch.

E c'è poco da dire in proposito, pare la Blizzard abbia deciso che o sei nell'olimpo delle gilde, che finiscono tutto il finibile entro un mese, altrimenti è giusto passare al prossimo contenuto.

Forse più avanti ci abitueremo a questa svalutazione della gear e penseremo più al gioco che agli epix, il che potrebbe non essere male.

Per la bruttezza... concordo. E ripeto: in tutta WotLK è stata creata una sola istanza raid, Ulduar. Il resto è tutto riciclaggio (Naxx) oppure una stanza circolare (Trial of the Crusader).

Stefano ha detto...

Bisogna ammettere che sul lato content Khassad ha ragione in TBC Karazhan e Zul Aman da 10 e le sfilze di raid da 25 per adesso fanno impallidire WoTLK, speriamo in futuro.
Però prima in TBC su 9 raid 2 erano da 10 le altre 7 da 25 adesso su 6 raid sono tutti sia da 10 che da 25, quindi anche le gilde medie o piccole hanno il loro progress, prima si fermavano a Zul'Aman.

Silente ha detto...

come scritto sul forum è gia arrivata un'inc.....a hai mage nerfato il proc di hot streak CRYYYYYYYYYYYYYY.
per il resto l'inc northern beast è oneshottabile, spettiamo le hero mode per dare un giudizio imo

Have Fun

Hòmùra ha detto...

Premetto che sono 2 mesi che non gioco pur non avendo frozzato l’account ( non si guarirà mai da questo gioco, avevo paura di crisi di astinenza). Sono riuscito a staccare un po’, grazie anche al fatto che l’estate ha bloccato il progress della mia gilda. Ho letto qualche cambiamento sia del gioco sia della nostra classe, ma non a sufficienza per farmi un’idea precisa. Ci sono stati stravolgimenti per il pally holy?, in particolare volevo sapere che se con il nerf di illuminatiom, ora conviene cambiare i miei talenti e passare dal 51 2 18, al 51 20. Ho visto nell’armory che molti pally che prendevo come riferimento stanno facendo in questo modo. Ho notato che anche un modo diverso di mettere i trinket privilegiando intelletto al posto di del critico.
Quando avete tempo se qualcuno mi può dare due dritte ne sarei lieto. Ormai è tempo che torni a nerdare come si deve………..

Khassad ha detto...

@Homura: il paladino holy effettivamente è cambiato, sia come stat secondarie da privileagiare (la primaria è sempre INT) sia come gameplay.

Il CRIT come stat perde importanza, visto il nerf sostanziale ad illumination, per cui questo dovrebbe puntare naturalmente verso una build 51/20/0 o similari.

Poi scriverò qualcosa quando avrò le idee più chiare.

Murnau ha detto...

Buongiorno...

Per quanto riguarda il paladino Holy... espongo brevemente quello che ho "percepito" fino ad ora (ed è comunque un pò presto per un giudizio anche lontanamente definitivo).

Non so se definire "stravolgimento" ciò che è successo al pala holy, ma di certo, se non lo è, ci si avvicina parecchio ;-), ma credo che chi gioca da tempo il paladino (in ogni sua forma) sia comunque abituato, ad ogni patch importante, a "sopportare" stravolgimenti più o meno profondi ^^.

Come ha scritto giustamente Khassad, a parte la stat primaria che resta sempre e comunque intelletto, il critico ha perso molta della sua importanza, inoltre la scala d'importanza di utilizzo delle spell di cura a disposizione è stata, praticamente, invertita...

se prima era importante avere un ottimo livello di critico per poter curare principalmente con holy light e mantenere alto il recupero mana proveniente da illumination, adesso è molto più importante un buon mp5 ed un maggiore picco di spell power (per l'utilizzo massiccio di flash of light)...

il cambiamento al beacon of light è sostanziale, poichè porta il paladino holy a curare "indirettamente" il MT ed a curare "direttamente" OT e gli altri membri del raid... pur mantenendo un output di HPS sul MT, in pratica, invariato...

la "cura a tempo" inserita nell'uso di Sacred Shield + flash of light, unita al nuovo beacon of light, ci permettono di curare altri membri del raid senza il timore di vederci esplodere il MT sotto gli occhi...

il maggior utilizzo di flash of light (unito ad un aumento di spell power - interessante in questo caso il libram da pvp), l'uso del S.S. e del beacon ha cambiato radicalmente il "punto di vista" del paladino holy, portando comunque ad un consumo "ragionevole" di mana, all'utilizzo di cure "minori", ma veloci e poco costose dal punto di vista del consumo mana e più "reattive"...

se al discorso di cui sopra si aggiunge anche il bonus del set conqueror, allora il paladino holy avrà a disposizione 2 "cure a tempo" per gestire il proprio lavoro (holy shock) in modo da pianificare, almeno in parte, la turnazione di cure "preventive" e "reattive"...

detto questo, come, di nuovo, ha giustamente affermato Khassad, la spec 51-2-18 (quella che ho utilizzato fino ad ora), perde interesse rispetto ad una 51-20-0, almeno in teoria... premetto che non ho ancora cambiato la spec proprio per testare con mano i cambiamenti avvenuti con il paladino settato alla "vecchia maniera" (socket ed ench compresi) per poi intervenire con gli aggiustamenti del caso.

per adesso, anche se pare necessario un livello di skill maggiore (e questo è solo e soltanto un bene), sono moderatamente soddisfatto di come il pala holy reagisca al nuovo content... ma per un giudizio più approfondito, si dovrà, giocoforza, attendere ancora un pochetto... vero è che dopo i primi cambiamenti "subiti" la mia "percezione" era al 100% negativa... e nel "continuo del gioco" si è dimostrata, almeno dal mio punto di vista, azzeccatissima ^^, adesso, invece, mi ripeto, la percezione è tendente al positivo... che dire, speriamo di averci azzeccato come in precedenza ;-) 8sempre per come sono abiutuato a giocare io, ovviamente).

salutoni a tutti

Hòmùra ha detto...

Grazie per i suggerimenti. Per ora ho fatto solo qualche eroica e per dire la verita ho tratto pochi spunti interessante, troppo facili, ormai sono i boss che tankano noi e non viceversa. Mi fa strano pensare di mettere il BoF sul tank e curare il resto del raid e non il Mt. Ormai mi ero abituato a Ulduar a stare fisso sempre sul Mt e mettere il BoF su di me, mi incuriosisce verificare se riesco ad abituarmi a questa nuova impostazione.
Mi sa che poi l'overhealing gia alto aumenterà ulteriormente con questa impostazione, avremo una sorta di overhealing dell'overhealing, ma per fortuna mi sono abituato alle frecciate in chat...

Murnau ha detto...

Di nuovo buongiorno...
In attesa dei commenti di Khassad (che fra l'altro aspetto con impazienza ^^), mi sento di aggiungere un paio di cose:

Hòmùra, l'overhealing si abbassa NOTEVOLMENTE... con la vecchia impostazione stare fisso sul MT e posizionare il Beacon sull'OT, portava il paladino a "scaricare" cure massicce che spesso andavano per buona parte in overhealing (poi anche su questo discorso sarebbe da aprire un capitolo a parte, molta dell'Overhealing dipende dai compagni di cura presenti nel raid... le cose cambiano notevolmente con la presenza di "curatori a tempo" piuttosto che "curatori ad area" ecc ecc proprio per la natura "reattiva" e non "preventiva" delle cure del paladino), lascia stare i commenti di chi magari non sa cosa vuol dire curare con un pala e che rapporta la percentuale di overhealing dello stesso con gli altri (diversissimi) curatori... un 60% e più di overhealing era normalissimo ;-).
Tornando all'impostazione attuale, dando per scontato che il Tuo personaggio abbia "sufficiente" valore di haste per castare le cure in modo veloce e pronto, ed un valore di SP sufficiente a "pompare come si deve" FoL, posizionare il beacon (di adesso) sul MT, sparare all'inizio del fight lo scudo sacro + un FoL (che assicura una piccola ma utile cura a tempo) e poi curare TUTTO il resto del raid (con occhio di riguardo all'OT), utilizzando prioritariamente FoL e Holy Shock e utilizzare Holy Light per i momenti di danno notevole e di varia difficoltà, Ti permette di abbassare l'overhealing e di avere un valore di HPS maggiore rispetto al passato... certo, ripeto, è molto presto per un giudizio definitivo, però, ripeto, resto moderatamente soddisfatto e ottimista ^^.

Ieri sera ho cambiato la spec 51-2-18 sposando la 51-20-0 e devo dire che l'ottimismo è leggermente aumentato ;-)

buona giornata a tutti

Stefano ha detto...

Per quel che mi riguarda inizialmente avevo gia cercato pezzi con + mp5 piuttosto che con il crit, switchando subito verso la 51-20, tengo a precisare che fino ad ora per motivi "estivi" ancora non ho affrontato raid seri, solo istanze hc, le mie prime impressioni sono discrete anche se l'HoT se non si hanno almeno 2200-2300sp cura molto poco, discorso diverso con lo spellpower giusto e un critico di FoL, l'hot va sui 600-650 a tick molto buono, se diminuisse il CD del divine favor da spararsi ad inizio inc il tutto si incastrerebbe ancora meglio.
Ho tolto il glifo che dona la cura multipla alla HL se la uso poco la HL quel glifo potrebbe essere inutile, meglio il glifo che dona +5% di critico alla FoL, in modo da compensare il 5% del conviction almeno sulla FoL, ho aggiunto anche il glifo dell'holy shock.
Quello che ho notato e cmq la necessità di una maggiore attenzione nell'uso delle cure da parte del paladino.
Niente più overhealing fisso per il pala sull'MT.
Voglio anche far notare il peso che il nerf a tutti i replenishment portera negli inc medio lunghi.

Federico ha detto...

Ho appena loggato dopo un mese e trovo il mio pally retri enormemente ridimensionato. avete qualche consiglio?

grazie